The first Nintendo consoles were square and with few buttons.
Ancora nessun voto.
Attendere prego...

Le console Nintendo furono vendute in seguito

Nintendo era un distributore di carte da gioco

Le console Nintendo sono prodotte in Giappone, ma l'azienda è stata fondata il 23 settembre 1889 da Yamauchi Fusajirō come produttore e distributore di carte da gioco. Ha realizzato diversi giochi meccanici ed elettronici in tutto la sua storia è poi entrata nel mondo dei videogiochi negli anni settanta come produttore di giochi arcade. Nel 1977 hanno lanciato con successo le proprie console Nintendo casalinghe chiamate Color TV-Game. Dagli anni '80 hanno prodotto numerose console desktop e portatili Nintendo che hanno venduto oltre 750 milioni di unità. L'azienda ha anche realizzato la serie Game & Watch e Virtual Boy. Inoltre, hanno pubblicato oltre cinquecento giochi, collaborando spesso con altre società per lo sviluppo. In trent'anni ha venduto oltre 577 milioni di console Nintendo e 3,5 miliardi di copie di videogiochi sviluppati direttamente. Il 23 settembre 2019 l'azienda ha festeggiato il suo 130° compleanno. Shuntaro Furukawa è l'amministratore delegato e presidente dell'azienda. Allo stesso tempo, la loro mascotte è Mario, un personaggio creato da Shigeru Miyamoto nel 1981 per il videogioco arcade Donkey Kong. Dal 1983 sono quotate alla Borsa di Tokyo.

Fusajiro Yamauchi ha messo in vendita le carte da gioco con i personaggi Disney

Fusajiro Yamauchi fondò Nintendo Koppai a Kyoto nel 1889, inizialmente un produttore di carte da gioco Hanafuda. È stata ribattezzata Nintendo Playing Card nel 1951. Nel 1959 ha stipulato un accordo con The Walt Disney Company per commercializzare carte con personaggi Disney. Il successo dell'operazione portò l'azienda a quotarsi in borsa nel 1962.

Il terzo presidente ha cambiato il nome dell'azienda in Nintendo

Nel 1963 Hiroshi Yamauchi, terzo presidente di Nintendo e nipote di Fusajiro Yamauchi, cambiò il nome dell'azienda trasformando l'azienda in Nintendo. Negli anni '60, Yamauchi cercò di espandere l'azienda, avviando una compagnia di taxi, una catena di love hotel e commercializzando vari articoli, inclusi elettrodomestici, come l'aspirapolvere Chiritorie. Gli unici successi nel mondo dei giocattoli sono la produzione delle pistole ottiche della serie Ultra Hand, Ultra Machine, Love Tester e Kôsenjû SP.

I primi videogiochi prima delle console Nintendo

Nel 1973 il reparto Ricerca e Sviluppo di Nintendo ha creato il Laser Clay Shooting System. Questo simulatore di tiro al piattello ha perfezionato la tecnologia delle pistole ottiche già commercializzate dall'azienda. L'impianto è destinato a sale di grandi dimensioni, come le piste da bowling giapponesi, che stanno attraversando una crisi per la novità che rappresentano i club di karaoke. Il Mini Laser Clay, progettato per le sale giochi l'anno successivo, era una versione più compatta. L'azienda ha inaugurato la serie Simulation System con Wild Gunman: sei cabine arcade che utilizzano pistole ottiche combinate con filmati in 16 mm. Il loro primo videogioco arcade programmato fu Computer Othello nel 1978. Nel 1975 Nintendo ottenne i diritti di distribuzione in Giappone per la console Magnavox Odyssey, contenente un videogioco di tennis simile a Pong di Atari. Ha poi lavorato alla sua versione della macchina insieme a Mitsubishi Electric e, nel 1977, l'ha commercializzata con il nome di Color TV-Game. Inoltre, nel 1977, hanno assunto lo sviluppatore di videogiochi Shigeru Miyamoto, il futuro creatore di Super Mario.

Il debutto delle console Nintendo

Nintendo of America è nata nel 1980, con sede a New York. Debutta sul mercato la serie di giochi elettronici portatili Game & Watch, la creazione di Gunpei Yokoi è stata un successo commerciale. Nel 1981 fu rilasciato il videogioco arcade Donkey Kong, sviluppato da Miyamoto. È diventato il più grande successo di Nintendo fino ad oggi. Negli anni '80, hanno introdotto il Nintendo Entertainment System in breve NES, conosciuto in Giappone come Famicom, al mercato. Le console Nintendo hanno venduto milioni di unità durante la crisi dei videogiochi del 1983. Tra gli oltre cinquecento giochi, tra cui The Legend of Zelda e Super Mario Bros. Di quest'ultimo titolo, ideato da Miyamoto e uscito nel 1985, vengono vendute oltre 40 milioni di copie. Nel 1989 sono entrati nel mercato delle console portatili Nintendo con il lancio del Gameboy. Disegnato da Yokoi, il Gameboy è stato venduto insieme a Tetris. Nel 1990 tornano all'home entertainment con il Super Nintendo Entertainment System, SNES in breve, il cui successo ha oscurato le console della rivale SEGA, seguite nel 1995 dal Nintendo 64. Dal punto di vista dei dispositivi portatili, Yokoi ha prodotto anche il Nintendo Virtual Boy durante l'ultimo anno. Che si rivelerà un fallimento e sarà considerato il motivo della partenza di Yokoi. Il successo della linea Gameboy, anche grazie ai Pokémon serie, porterà le console Nintendo a produrre vari aggiornamenti negli anni a seguire. Compreso il Super Gameboy e il Gameboy Color.

I successi delle console Nintendo

Durante gli anni 2000, hanno commercializzato le console Nintendo GameCube nel 2001 e Wii nel 2006 e vari dispositivi portatili, tra cui il Gameboy Advance SP nel 2003, il Nintendo DS nel 2004 e il Nintendo DSi nel 2008. In questi dieci anni, le filiali hanno aperto in Inghilterra, Italia e Spagna. Nel 2011 hanno lanciato il Nintendo 3DS e nel 2012 il Wii U. Nel settembre 2013 sono stati gli editori di videogiochi di diciassette dei venti titoli più venduti in Giappone nel ventunesimo secolo. Cinque dei quali sono stati prodotti da The Pokémon Company, la sua affiliata. Il quarto presidente delle console Nintendo, Satoru Iwata, ha cessato di esistere nel 2015. Ricopriva il ruolo dal 2002. Tatsumi Kimishima è succeduto a Genyo Takeda e Shigeru Miyamoto dopo pochi mesi. Nel 2016 sono entrati nel mercato delle applicazioni mobili in seguito all'acquisizione di parte della giapponese DeNA. Nintendo ha rilasciato la console Nintendo Switch, disegnata dal presidente Iwata, a marzo 2017. A febbraio 2018 ha annunciato una coproduzione con Illumination per la realizzazione di un film d'animazione che vede protagonista Mario. Nell'aprile 2018 è stato annunciato il ritiro del presidente Kimishima ed è stato indicato un sostituto per lui. Shuntaro Furukawa è stato nominato presidente dal consiglio di amministrazione il 28 giugno.

Condividi la pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.