Mario is a platform games character, and he jumps to collect coins.
Ancora nessun voto.
Attendere prego...

Nei giochi platform salta e arrampicati

Continua attraverso i livelli

I giochi di piattaforma sono un sottogenere dei videogiochi d'azione. Le meccaniche di gioco consistono principalmente nell'attraversamento di livelli disposti su più piani. Il personaggio controllato dal giocatore si sposta su queste piattaforme e passa tra di esse saltando e usando le scale. I primi esperimenti risalgono al 1980 quando svilupparono i giochi. Tradizionalmente, i giochi di piattaforma sono su un unico schermo fisso con una vista laterale bidimensionale. L'eroe può saltare, salire e scendere le scale, evitare ostacoli, combattere i nemici e raccogliere oggetti. Successivamente, il genere si espanse con lo scrolling e successivamente gli ambienti 3D. Il titolo generalmente riconosciuto come il primo videogioco platform è stato l'arcade Space Panic nel 1980. Un anno dopo, Donkey Kong è stato il primo ad avere un enorme successo.

I primi giochi erano su uno schermo fisso

I primi giochi di piattaforma erano di profilo perché avevano una visuale fissa. Nel 1980, la Universal ha rilasciato Space Panic, il primo gioco di piattaforma. Il giocatore può cadere ma non saltare, quindi il gioco non soddisfa i criteri moderni del genere. Tuttavia, ha influenzato il genere, con una modalità di gioco incentrata sul salire le scale tra piani diversi, un elemento comune in molti dei primi giochi di piattaforma. Space Panic era un gioco impegnativo ed è rimasto poco conosciuto come arcade. Tuttavia, il clone non ufficiale del 1981 Apple Panic è stato un successo sui computer di casa. Un altro precursore del genere 1980 è Crazy Climber di Nichibutsu, che affronta il concetto di scalare grattacieli a scorrimento verticale. Donkey Kong è un gioco arcade creato da Nintendo e rilasciato in Luglio 1981. Sebbene sia stato il primo gioco a consentire ai giocatori di saltare ostacoli e buche, ha creato la prima vera piattaforma.

Afferra l'oggetto nella parte superiore dello schermo

Il termine giochi di piattaforma è alquanto impreciso, in particolare quando si fa riferimento a giochi che precedono la diffusione internazionale del termine. Il concetto era inizialmente diverso da come lo usiamo ora. Dopo Donkey Kong, sono emersi giochi con uno stile simile, con piani collegati da scale di profilo. Canguro, Ponpoko, Canyon Climber, Miner 2049er, Lode Runner e Jumpman. Questi giochi hanno lo stesso obiettivo: raggiungere la parte superiore dello schermo e raccogliere un oggetto. Da allora i giochi di piattaforme di parole hanno guadagnato un uso diffuso in Nord America e in Europa. Il concetto si è evoluto dai primi servizi, in particolare quando il genere ha raggiunto il picco di popolarità durante i primi anni '90.

Arriva la prima piattaforma scorrevole

Nel 1984 fu rilasciata Pac-Land, riconosciuta come la prima piattaforma a scorrimento. L'anno successivo Super Mario Bros esce per NES. Il successo del videogioco si è distinto dagli altri per vari colori e ambientazioni. Il gameplay innovativo e la crescente difficoltà sono stati così radicali che hanno aperto la strada a nuovi titoli come Gods, DuckTales, ecc. Nel 1991 Sega ha rilasciato il gioco Sonic the Hedgehog per Sega Mega Drive per competere con la popolarità di Mario, dando così il via alla guerra delle console di primi anni '90. Eppure l'idraulico e il riccio sono due dei personaggi più influenti nella storia dei videogiochi. Kirby's Dream Land è uscito nel 1992, Donkey Kong Country e Earthworm Jim nel 1994.

Il 3D ha reso facile andare in diverse direzioni

Le prime piattaforme tridimensionali utilizzavano la prospettiva isometrica e 2.5D per rappresentare piattaforme piatte, percorribili in più direzioni e non solo orizzontalmente. I primi esempi sono Q * Bert, Congo Bongo e Marble Madness. Il vero 3D si è affermato nel mondo dei giochi con l'avvento della sesta generazione, ma a parte qualche tentativo come Jumping Flash! e Foating Runner. La prima vera piattaforma 3D è stato Super Mario 64 per Nintendo 64 nel 1996. Da Super Mario 64 in poi, il genere piattaforma 3D ha avuto un enorme successo. Inoltre, quell'anno è uscito Crash Bandicoot per PlayStation. Il primo gioco vede livelli aperti più del secondo, il che incita all'esplorazione, segnando così una vera svolta nel genere.

Condividi la pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.